3.11.20

"Una cadillac rosso fuoco" di Joe R. Lansdale

Un thriller in cui i protagonisti sono un venditore di auto usate e una donna sposata (e insoddisfatta). Di mezzo una cadillac non pagata e un marito violento. Non è difficile arrivare alla conclusione che si narra di un omicidio tuttavia, sarà lo stile fin troppo scarno dell'autore o la mancanza totale di suspence, non l'ho finito. Un'unica parola per descrivere questo libro: noia.

"Patagonia express" di Luis Sepulveda

Più che un libro è una raccolta di racconti di viaggi che l'autore compie in Patagonia con le sue esperienze vissute in prima persona. Ho trovato molto interessante l'approccio quasi da turista dell'autore nell'interfacciarsi con le persone locali; mi ha dato la piacevole sensazione di essere lì con lui.  

"Cambiare l'acqua ai fiori" di Valérie Perrin

Lettura piacevole che tratta le vicende passate e presenti di una donna francese: dalla sua vita come guardiana di un passaggio a livello a custode di un cimitero. La vita privata della protagonista, sposata con un uomo che la tradisce in modo costante e che poi d'improvviso scompare, è alternata con le vicende di altri personaggi secondari. Un incontro improvviso darà una scossa alla vita tranquilla della donna e darà il via a una serie di rilevazioni molto importanti per capire le vicende del passato. Questo libro mi è stato raccomandato e, se devo essere sincera, devo ammettere che mi hanno consigliato un buon libro. 

21.10.20

"1984" di George Orwell

In questo libro si descrive un mondo in cui si deve sottostare al volere del "partito" e tutti vengono sorvegliati e controllati dal Grande Fratello che li spia in ogni momento. Testo alquanto inquietante in cui l'autore narra le vicende di un uomo che tenta di ribellarsi al sistema. Ho riscontrato tra le righe molti riferimenti ai regimi totalitari (come quello socialista di Stalin e quello nazista) e mi ha fatto riflettere su come le persone siano facilmente manipolabili. Inoltre, terminata la lettura, questo libro mi ha lasciato un profondo senso di impotenza perché, in fondo, "il bianco vince sempre"..., e da lì non si scappa.

"Fu sera e fu mattina" di Ken Follett

Libro ambientato nel Medioevo che parte bene, con la descrizione dell'incursione vichinga in un villaggio inglese, ma poi finisce a narrare di tresche amorose e giochi di potere tra nobili (e preti). Non c'è avventura e nemmeno un po' di Storia, di conseguenza ho trovato il romanzo pesante e poco interessante. Oltretutto i riferimenti sessuali praticamente a ogni pagina con descrizioni di scene di sesso, stupri e via dicendo mi hanno alquanto delusa. Da un autore best seller mi aspettavo molto di più, di sicuro non il solito romanzetto più erotico che storico. 

1.10.20

Scriptor: talent show letterario

 Navigando nel web ho scoperto questa bella iniziativa: un talent show letterario strutturato in forma di gara. I partecipanti sono tutti scrittori con un bel curriculum e, sono certa, le sfide letterarie saranno davvero interessanti. 
Da quello che si deduce sul sito l'inizio è previsto per ottobre.
Non mi resta che aspettare nuove news a riguardo. 😏



31.8.20

"Ciak! Ti amo!" di Belle Landa

Libro che narra le vicende amorose dei due protagonisti, attori in questo caso, col solito, scontato, lieto fine. Lettura semplice e leggera. Da spiaggia...